Le compagnie teatrali amatoriali fra rimborsi e prestazioni: consigli sull'uso
Giovedì 31 Gennaio 2013 14:31
Attraverso questo post vogliamo provare a dare un piccolo contributo sul tema delle modalità di erogazione dei compensi relativi alle prestazioni di noi compagnie amatoriali.
Succede infatti di confrontarsi con il panorama “dell'offerta a rappresentare”, che a volte ci pone di fronte ad una importantissima questione a cui crediamo sia giusto dare una risposta chiara, almeno in relazione alla normativa attualmente vigente.
Per fare chiarezza e per rendere la cosa più "digeribile", abbiamo pensato di accompagnare le info col video realizzato con la collaborazione di Giuseppe Mariucci: responsabile dei revisori contabili della Fita nazionale.
In questo modo è possibile comprendere con chiarezza il punto centrale della questione e cioè che per chiunque intenda rappresentare uno spettacolo, organizzare rassegne o festival sia essa una compagnia teatrale, un ente, una pro loco etc, a meno che non si dispongano dei rimborsi spesa che effettivamente vadano a rimborsare le uscite sostenute della compagnia sulla base di una dettagliata e specifica rendicontazione, è necessario corrispondere alla compagnia il compenso mediante PRESTAZIONE.
Cioè significa che ogni compagnia che rappresenta deve emettere fattura e ricevere il compenso per la prestazione fornita.
I rimborsi spesa, spesso uguali per tutti, oltre a non essere credibili possono far incorrere le compagnie e gli organizzatori di eventi in "spiacevoli situazioni" che è possibile evitare seguendo alcuni accorgimenti.
Ma sentiamo meglio cosa ci dice il nostro Giuseppe!
Apriamo gli orecchi facciamo attenzione e tesoro delle sue parole.
 
 
                                                                           
 
Se volete dire la vostra o chiedere chiarimenti potrete sempre commentare qui di seguito.

Hasta la vista!
 
 
 

Commenti  

 
+1 # RICCARDO PASSAALCQUA 2017-10-28 11:09
Buongiorno,
è stato trattato solo il caso di compagnie che sono soggetti passivi Iva.
Nel caso di compagnie che hanno solo il codice fiscale quale è l'impostazione consigliata dalla FITA?
Riccardo Passalacqua
Presidente
Attori per caso Pomezia
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # NORMA DEIDDA 2018-09-07 09:29
nel caso invece non si tratti di compagnie teatrali ma di associazioni culturali, nel caso specifico balli tradizionali, è possibile effettuare una richiesta di rimborso spese? e nel caso devono essere documentate?
qual'è la normativa di riferimento?
ho anche un altra richiesta di rimborso spese per l'esibizione di volo rapaci? come devo comportarmi?
Vi ringrazio anticipatamente
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altro modo acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' sul trattamento dei dati personali, compresi i cookies che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Informativa sulla Privacy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information