Home

Compagnie Regionali FITA

Area riservata

Solo le Compagnie iscritte all'Associazione Regionale possono entrare nell'Area riservata.

Le opportunità che la Fita Marche offre ai propri associati in fatto di promozione e visibilità.
Mercoledì 25 Febbraio 2015 12:12
Ciao a tutti come state?

In questo post vorremmo parlarvi delle varie piccole e grandi opportunità che abbiamo deciso di offrire alle compagnie a noi affiliate in fatto di pubblicità e visibilità.

Ciò poiché le modalità di promozione cambiano e perché da questo mutamento possiamo trarre tutti delle notevoli soddisfazioni.

In pratica noi di Fita Marche attraverso i nostri canali vogliamo offrirvi 2 possibilità di visibilità in più a voi e alle vostre associazioni a costo 0 e di carattere che potremmo definire, forse impropriamente, istituzionale.
Oltre ad 1 opportunità di tipo più prettamente pubblicitaria a pagamento in convenzione con 2 professionisti a noi affiliati.

Partiamo con il parlarvi delle 2 attività a costo 0
 
I Avete la possibilità di personalizzare la cover della pagina Facebook Fita Marche con una vostra foto di scena.        
Basterà inviare l'immagine in estensione .jpg a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o direttamente nella pagina Facebook, sempre Fita Marche, in risoluzione 815x315 pixel (possibilmente) e per un mese circa, farete bella mostra di voi sulla nostra pagina.   
 
 
                                                                                                                                                                     
II Da un po' stiamo contattando direttamente le compagnie attraverso le pagine Facebook e non, per farvi sapere che sempre a costo 0 avete la possibilità di fare in modo che su questo sito via sia un post in prima pagina dedicato alla vostra compagnia.
Lo stesso “articolo” potrà essere corredato da video (caricato su You Tube), immagini, oltre che ovviamente da un testo da voi stessi redatto.
Per capire ancora meglio di cosa stiamo parlando potete cliccare qui.
 
 
Per quanto riguarda l'attività a pagamento... 

Vi diciamo che potrà risultarvi utile per la “classica” pubblicità mirata ad uno spettacolo o ad un avvenimento specifico che tradizionalmente si promuove con manifesti, locandine, volantini, articoli sul giornale etc.                        
In questo caso Fita Marche in convenzione con Gianluca Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. e Diego Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. vi vuole proporre di provare a integrare o sostituire la vostra pubblicità con Facebook.                                            
Così facendo potrete pubblicizzare il vostro evento nella/e zona/e geografica/e d'interesse, verso il target più sensibile, in un periodo a vostra scelta e con la consapevolezza che oltre ad avere scelto uno strumento fra i più efficaci, probabilmente avrete anche un risparmio di denaro...il che non è da sottovalutare.
 
 
 
Infatti per un'azione del genere Gianluca e Diego chiedono solo 50€ + il budget che vorrete destinare alla vostra campagna e che potrete concordare assieme ai due.
Tenete conto che affidandovi a Gianluca o a Diego, professionisti del settore e iscritti come tali a Facebook e registrati al fisco per attività di acquisti intracomunitari, sarete esentati anche dai costi e dalla gestione dell'Intrastat, ossia della giustificazione fiscale dell'acquisto fatto su Facebook che, avendo sede a Dublino impone tale pratica.
Una bella comodità no?

Per la cronaca, già qualche compagnia si è trovata "costretta", a percorrere esclusivamente la strada del social media marketing attraverso Facebook con il risultato di avere un teatro pieno e fra l'altro con una componente di pubblico giovane mai vista prima.
 
 

A questo punto “la palla” a voi!

Fateci avere il vostro materiale e se avete necessità di far fruttare meglio le vostre attività promozionali, non avete che da provare a cambiare le vostre modalità di approccio alla comunicazione, scrivendo, magari solo per un consulto, all'uno o all'altro fra i “personaggi” su indicati.

Alla prossima, ciao! ;)

 
Obbligo di tracciabilità dei pagamenti per le associazioni
Lunedì 12 Gennaio 2015 14:45

Carissimi.

Iniziamo il 2015 con l'intenzione di provare ad esservi sempre più utili cercando di informarvi il più possibile su tutto ciò che ruota attorno al nostro mondo del teatro amatoriale.

In particolare in questo post vorremmo porre l'attenzione su un tema molto importante e di cui avrete sicuramente sentito parlare e cioè sull'obbligo di tracciabilità dei pagamenti per le nostre compagnie/associazioni.

Con la recente risoluzione n. 102/E, infatti, l'Agenzia delle Entrate individua i soggetti destinatari dell'obbligo di tracciabilità previsto dall'art. 25, comma 5 della L. 133/99.

Tale obbligo trova applicazione nei confronti di tutti i soggetti destinatari del regime fiscale agevolato previsto dalla L. n. 398/91 e quindi:

  • le associazioni e società sportive dilettantistiche;
  • le associazioni bandistiche e cori amatoriali, filodrammatiche, di musica e danza popolare;
  • le associazioni senza fini di lucro;
  • le associazioni pro-loco.

Tale normativa dispone che i pagamenti effettuati a favore di società, enti e associazioni sportive dilettantistiche, nonché i versamenti da questi operati, se di importo superiore a euro 516,46 (vecchio milione di lire), siano eseguiti tramite conti correnti bancari o postali a loro intestati ovvero secondo altre modalità idonee a consentire all’Amministrazione Finanziaria lo svolgimento di efficaci controlli.

Tali operazioni possono essere eseguite anche tramite carte di credito o bancomat oppure attraverso assegni non trasferibili intestati al soggetto destinatario.

 

 

 

Il mancato rispetto della norma comporta la perdita delle agevolazioni fiscali di cui alla L. 398/91 e l'applicazione del regime ordinario dal mese successivo a quello in cui sono venuti meno i requisiti.

Per cui il consiglio è quello di fare attenzione alle movimentazioni delle vostre compagnie sia in entrata che in uscita,  poiché rispettare le norme significa anche godere delle giuste tutele riservate a chi fa del teatro una passione di vita e non un mestiere per vivere.

In allegato la RISOLUZIONE N. 102/E.

Per ogni dubbio potete scrivere nei commenti a questo post, anche se per ogni singolo caso vi suggeriamo di rivolgervi al vostro commercialista oppure, nel caso in cui abbiate sottoscritto la convenzione con Fita Marche, direttamente al professionista a noi collegato.

 

 
Diamo i numeri (e non solo)...del 2014!
Sabato 13 Dicembre 2014 11:47
In questo post di fine anno ci sembra opportuno dare e darvi i numeri della nostra attività teatrale nelle Marche e provare ad elencare dove abbiamo lavorato e con che tipo di iniziativa.
Si tratta ovviamente di una chiave di lettura asettica, parziale, forse non completa, su quanto fatto sul territorio nel corso dell'anno che sta per terminare.
  • 101 le compagnie iscritte (record assoluto)
  • 158 il totale degli spettacoli rappresentati a vario titolo su tutta la regione
  • 1 Festa del teatro nazionale organizzata a Civitanova Marche con centinaia di partecipanti da tutta Italia 
Decine sono stati i festival e le rassegne teatrali organizzati a vario titolo in tutte le provincie marchigiane
  • Festival nazionale “La torre che ride” di Porto Recanati
  • Festival regionale “Anna Bonacci” di Falconara
  • Festival  nazionale “Ankon d'oro” premio Carlo Urbani di Ancona
  • Festival regionale dialettale di Varano (Ancona)
  • Festival regionale “Il torrione d'argento” di Montemonaco
  • Festival nazionale di teatro sperimentale Free Zone o Zona Franca di Ascoli Piceno
  • Festival nazionale “Ascoli in scena” di Ascoli Piceno
  • Rassegna di Musical di Porto Sant'Elpidio
  • Rassegna teatro “Co& Co” di Ancona
  • Rassegna “Teatro per tutti un po' dappertutto “di Ancona
  • Rassegna “Un palco nel parco” di Pesaro.
  • Rasegna teatrale a Ripe San Ginesio
  • Rassegna teatrale di Monteroberto
  • Rassegna teatrale al palacongressi di Loreto
  • Rassegna teatrale  brillante e per bambini a Macerata presso il teatro Don Bosco
  • Rassegne teatrali estive a Ostra, Ostra Vetere e Chiaravalle
  • Rassegna di teatro a Piediripa di Macerata
  • Rassegne teatrali a Mondolfo, Loro Piceno e Rotonda Barchi
  • Rassegne tearali a Tolentino, Montefano, Consalvi, Urbisaglia ed Apiro
  • Rassegne teatrali a Polverigi, Moltelparo, Bel monte piceno, Montecosaro e Marzocca
  • Rassegne teatrali a Montegranaro, Sant'Elpidio a Mare, Vismara, Matelica, Monteverde, Soria, Belforte all'Isauro, Candelara e S. Maria dell'Argilla, etc.

Quanto sopra ci serve per provare a stilare un bilancio su ciò che abbiamo realizzato.
Ma soprattutto c'è utile per augurarci e augurarvi di essere in grado di fondare, su quest'ottima base, tutte le idee e i progetti che vorremmo provare a realizzare assieme per il 2015.

Per quanto ci riguarda, con tutti i limiti e le difficoltà del caso ma con tutto l'impegno di sempre, ce la metteremo tutta per fare della nostra passione un motivo che dia sempre maggiori soddisfazioni.
In particolare a tutti coloro che vorranno attingere dalla nostra inesauribile fonte di creatività ed ingegno, a cui ognuno di noi contribuisce con profitto.

Auguri di cuore per le prossime festività a tutta la nostra meravigliosa e splendida carica...delle 101 compagnie marchigiane!
Dajeeee!!! ;) 
 

 

PS Per rinnovare l'iscrizione alla Fita o per iscrivervi ex novo potete cliccare qui.
A questo proposito vi invitiamo a leggere con attenzione la circolare prima di attivarvi con la procedura e i relativi pagamenti.
In questo modo eviterete di omettere dati e di rendere più macchinosa e complicata l'iscrizione con tutto ciò che questo comporta.



 

 
Come impariamo a memoria le battute di un nuovo copione?
Venerdì 14 Novembre 2014 15:42

Per chi, come noi, decide di godere della magia del ”fare teatro”, saprà di certo che una delle sfide più difficili ed impegnative, per mettere in pratica questa passione, è proprio quella di imparare a memoria le battute della propria parte o dei propri ruoli.

In questo post vorremo provare a mettere in moto un circolo virtuoso per tentare di scambiarci alcuni consigli o trucchetti per affrontare al meglio lo scoglio “della memoria”.

Ciò tenendo conto del fatto che “noi amatoriali”, spesso siamo a corto del fattore più importante per affrontare 'onestamente' questo tipo di impegno: il tempo.

Molti di noi infatti lavorano da mattina a sera, poi aggiungiamoci gli impegni famigliari, le prove etc e vedremo che al netto di ciò che rimane per memorizzare una parte, spesso molti di noi devono ricorrere a soluzioni spesso disumane.

In ogni caso, come in tutte le difficoltà, spesso si aguzza l'ingegno ed è probabile che ognuno di noi abbia trovato un modo particolare per far fronte anche a ciò che ai comuni mortali sembra impossibile e cioè memorizzare una parte teatrale anche lunga, senza avere a disposizione il tempo per farlo.

Foto di Gianluigi Calcaterra via Flickr

 

Premesso che i punti che andremo ad elencare non hanno nulla di miracoloso né di assolutamente valido per tutti, crediamo sia opportuno fare delle brevissime premesse.

Ciascuno di noi sviluppa un suo personalissimo rapporto con la memoria che negli anni può affinarsi o meno.
Le tecniche di memorizzazione sono tante e variano da individuo a individuo: ognuno memorizza secondo i percorsi che si è costruito nel tempo.

Ad esempio c'è chi non riesce a imparare a memoria se non accompagnando ad ogni battuta un gesto fisico, c'è chi riesce a memorizzare solo durante le prove e c'è chi fin dal primo giorno di prove, beato lui, arriva con la memoria del testo perfetta.
In ogni caso la memoria resta comunque un mistero dove interviene l'esperienza ma soprattutto le peculiarità di ognuno di noi.

Detto ciò vediamo di suggerirvi alcune pratiche di memorizzazione che forse già conoscerete.

La tecnica di base è ripetere fino allo sfinimento.

  • Ripetete a voce alta

  • Ripetete scrivendo più volta le frasi se pensate vi possa aiutare

  • Registratevi e riascoltatevi, in macchina mentre guidate, quando andate a fare jogging, mentre state facendo un lavoro che non richiede uno sforzo di concentrazione particolare etc il consiglio è di armarvi di cuffiette, ipod, cellulari, cd, chiavette etc e darci dentro.

  • Registrate e riascoltate la lettura del copione letta da tutti i componenti il cast così da abituarvi agli attacchi e alle voci dei vostri amici (per i supporti fate riferimento al punto precedente o fate voi)

Il vantaggio di questi ultime due punti è che è probabile che ricorderete le battute anche quando avrete un po' di "panico da palcoscenico".

Per contro dovrete fare attenzione alle intonazioni registrate poiché una volta imparate le battute in un modo, dovrete essere bravi a ripulirle e ad adattarle a seconda.

  • Registrate con il telefonino le prove e riguardatele ogni qual volta abbiate dei minuti da dedicare alla memorizzazione: dal dottore, aspettando il figlio che esce dalla piscina etc

  • Non provate a memorizzare un testo teatrale attraverso il tentativo di associarlo alle emozioni poiché il flop è garantito.

Noi abbiamo provato a suggerirvi qualche trucchetto e a mettervi in guardia, ma voi, di solito, come fate a memorizzare un copione?

Quali e quanti altri punti aggiungereste al nostro elenco?

Prendete le ferie, aspettate “la malattia”, rinunciate alle vacanze o peggio le spendete a studiare? :)

Scherzi a parte, fateci conoscere i vostri segreti per raggiungere l'agognata memoria del copione, condividiamo la nostra croce e delizia teatrale e cioè quella di dover imparare la parte prima di permetterci di essere...il nostro prossimo personaggio in scena!

That is the question!

Nelle prossime puntate e in attesa dei vostri contributi, sarà interessante affrontare la questione dell'effetto “schermo nero” e cioè di quando in scena, nonostante ci sostenga una memoria di ferro, può capitarci di non ricordare improvvisamente nulla...questo fenomeno è appunto chiamato "del buio" o "dello schermo nero".

Vedremo come provare ad uscire da alcuni dei momenti più terribili per chi si trova “in azione” su un palcoscenico.

Quante volte ci sarà capitato? Che momenti! ;)

 

 

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 23

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altro modo acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' sul trattamento dei dati personali, compresi i cookies che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Informativa sulla Privacy.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information